* 11 CONSIGLI PER SCEGLIERE LA FOTOPROFILO ::

Le immagini sono molto importanti online. Se vuoi acquisire una certa rilevanza, quindi, devi avere un’immagine che ti rispecchi.
Fai uno sforzo, anche se non ami farti fotografare.
Il successo di un’immagine non è legato al sesso o all’età: non sei né una modella su una rivista patinata né un attore di successo sul red carpet. Due gradi e mezzo di separazioneSei tu: la gente vuole sapere e vedere chi sei, capire chi ha davanti anche se vi siete incontrati solo online e state chiacchierando in chat. Anzi, proprio per questo è importante metterci la faccia.
Se non lo fai, qualcuno potrebbe pensare che hai qualcosa da nascondere.

Che tu abbia deciso di essere su Facebook per l’insistenza degli amici o che ti sia iscritto a LinkedIn perché hai capito l’importanza del networking per trovare nuove opportunità professionali, ecco un po’ di consigli su come scegliere la foto giusta per il tuo profilo: quella che ti rappresenta, valorizza, rende identificabile.
Come se fosse il tuo marchio.

1. Devi essere riconoscibile, come un prodotto.

Sulla confezione che ti pubblicizza ci sei tu, con la tua faccia vera, quella che indossi oggi. Niente personaggi rubati dalla locandina di un film o da un cartone animato. Niente paesaggi, piedi, citazioni, bandiere o scudetti: la tua faccia, devi metterci quella.

2. Scegli una foto in cui ci sei solo tu.

Non il braccio di un amico o, peggio, la tua fidanzata o uno dei tuoi figli. Voglio diventare amica tua, non del neonato che hai con te nella foto.

3. Non usare foto sfocate, scattate di notte, di spalle, o al ristorante mentre mangi.

4. Usa la stessa foto per tutti (o quasi) i social network.

Così sarà più facile identificarti. C’è un motivo se la confezione di un prodotto è sempre la stessa, in tutti i supermercati e in tutte le città.

5. Fai attenzione alla data di scadenza.

Tutti ne abbiamo una. E le fotografie, come noi, invecchiano.

6. Non usare la foto del giorno del tuo matrimonio.

Soprattutto se risale a vent’anni fa. Hai preso qualche chilo? A chi importa! Mostrati per come sei oggi.

7. Sorridi, se di solito sorridi.

L’impressione che dai agli altri deve essere positiva, ma soprattutto reale. Mi raccomando: non basta mostrare i denti per fare un bel sorriso. Allenati: metterà di buon umore te e chi ti sta intorno.

8. Attenzione a quello che fai, a dove guardi, a che cosa comunichi.

Controlla se hai gli occhi semichiusi e attenzione alla bocca aperta mentre mangi (ho visto davvero di tutto in certi profili). Purtroppo intorno a te c’è sempre qualcuno pronto a fare una foto e a condividerla senza badare a come sei venuto. E, purtroppo, qualcuno la taggerà. Almeno sul tuo profilo, puoi fare attenzione.

9. Le dimensioni contano.

Pensa alla proporzione e al taglio della foto: per il profilo funziona meglio un primo piano di una foto a figura intera.

10. Se hai l’occasione di farti scattare una foto ad hoc scegli uno sfondo neutro.

11. Non usare accessori stravaganti solo per rendere più interessante la tua immagine.

Se nella foto indossi grossi occhiali o un cappello con le piume, quando ci incontreremo mi aspetterò di vederti arrivare con un abbigliamento particolare.
Non mi illudere, o resterò delusa.

 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – -

Questo è un pezzo di una delle schede di approfondimento di Due gradi e mezzo di separazione. Come il networking facilita la circolazione delle idee (e fa girare l’economia), Sperling & Kupfer, ma sul tema avevo anche già scritto qualcosa qua e là, raccontando – come sempre – i fatti miei:

– Una foto è per sempre
– Una foto che parla di me
Dell’importanza di essere riconoscibili

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

SULLO STESSO ARGOMENTO (FORSE):

  • * RASSEGNA STAMPA ::* RASSEGNA STAMPA :: Fino a 20 anni fa servivano sei gradi (di separazione) ora ne bastano meno della metà per entrare in contatto più o meno con chiunque nel mondo. → Ecco qua il […]
  • * CON CALMA E SENZA FRETTA ::* CON CALMA E SENZA FRETTA :: Due gradi e mezzo di separazione è uscito il 18 febbraio. In due mesi sono stata invitata a presentarlo alla Social Media Week a Milano, poi a Mantova, Cremona, Padova, […]
  • * COSE DI ME E DI VOI CHE V’AMO ::* COSE DI ME E DI VOI CHE V’AMO :: Per essere felice, occorre una cosa sola: amare (...) stendere in tutte le direzioni la tela di ragno dell'amore: chi ci capita dentro, quello va preso. Lev […]
  • * MA TU CI SEI O CI FAI? ::* MA TU CI SEI O CI FAI? :: Me lo ha chiesto Massimo Russo, durante la presentazione di Due gradi e mezzo di separazione, ospitata dalla Social Media Week. Me lo ha chiesto perché devo essergli […]
  • * SHARE THE LOVE & THE CONTACT LIST ::* SHARE THE LOVE & THE CONTACT LIST :: T'è mai capitato di sentire la frase «Tu non sai chi sono io?!», un grande classico. Meno cinematografica, ma ugualmente fastidiosa è: «Io qui conosco tutti», mi è […]

Tagged:

Privacy Policy
Loading...